20111107

Come scegliere le etichette migliori

Come scegliere le etichette migliori

Se siamo proprietari di un blog o di un sito web ufficiale dedicato alla promozione di una specifica attività o di un servizio, di certo ci domanderemo spesso come contribuire alla qualità della presentazione dei nostri contenuti. Un modo rapido ed efficiente per organizzare i nostri post, siano essi puramente testuali oppure multimediali, consiste nell'uso dei "tag" o etichette, contenitori virtuali che permettono di catalogare i contenuti in maniera critica e razionale, permettendo ai motori di ricerca di indicizzarli al meglio e ai nostri lettori di trovarli più facilmente e velocemente.



SEO con le Etichette

Organizzare e scegliere le etichette migliori permette di costruire quella che si definisce la tassonomia di un blog, ovvero attribuire un contesto preciso ai post. Possiamo iniziare a catalogare i nostri contenuti pensando in ottica SEO, affidando alle etichette argomenti di riferimento e possibilmente chiari da identificare. Teniamo quindi presente che può rivelarsi utile stilare una lista degli argomenti che affronteremo nell'immediato futuro nel blog, in modo da assicurarci che i tag in questione saranno utilizzati più volte, e non destinati a "spegnersi" in mezzo ad altre categorie inutilizzate. Questo potrebbe infatti generare confusione sia nel web editor, che nei lettori.

Google e Tag

Oltretutto, le pagine dotate di tag non riutilizzati almeno una decina di volte, vengono tendenzialmente ignorate con più facilità da Google e dai motori di ricerca più popolari, favorendo invece le sezioni del sito a cui sono stati attribuiti tag più significativi e, soprattutto, di significato "universale" (dedicandosi ad alcuni aspetti specifici della tecnologia, della salute, della cultura o qualsiasi altro argomento sia al centro del tema del nostro sito).

Frequenza delle etichette

Consideriamo inoltre la scelta di un buon editor e CMS, tra cui il popolare WordPress, in grado di aiutarci nella selezione accurata dei tag da utilizzare proponendoci diverse alternative presenti nel database e ricordandoci quali sono le etichette che utilizziamo con più frequenza, che potrebbero tornarci utili nella stesura dei contenuti a cui stiamo provvedendo. Fare riferimento ad una Tag Cloud ampia ma comprensibile e variegata può rivelarsi inoltre un buon punto di partenza per chi è alla ricerca della giusta ispirazione su come catalogare un post a cui si sta lavorando.

Scegliere i Tag Giusti 

Il tag giusto, indipendentemente dalla piattaforma che si decide di utilizzare. è generalmente costituito da una o due parole significative, includendo qualche keyword quando necessario, tuttavia ricordando che le etichette non rappresentano per forza parole chiave. Prestiamo inoltre attenzione alla lingua utilizzata nella stesura dei tag: possiamo fornire più versioni a seconda del fatto che il nostro sito abbia un pubblico prevalentemente nazionale o internazionale.




Conclusioni

Seguendo queste brevi regole, ed applicando ovviamente il buonsenso, sapremo individuare con certezza le parole che consentiranno di catalogare al meglio i nostri scritti, video e immagini appartenenti al blog o sito che gestiamo con successo.


Servizi

Social Bookmarks Backlink per Sito Web

Posizionamento Google SEO

SEO per Motori di Ricerca