20120209

Fare Marketing con i Social Network

Fare Marketing con i Social Network
Nel 2016, con l'avvento e l'evoluzione del web 3.0, le frontiere di internet tendono a valicare confini fino ad oggi solamente progettati.
L'epoca dell'interazione e della comunicazione digitale va evolvendosi velocemente e le piattaforme che la ospitano crescono di pari passo, offrendo spazi che mirano alla migliore specificazione del metodo di comunicazione stesso, fino a qualificarsi come trampolino di lancio per la propria popolarità in ambiti diversi e professionali, quale ad esempio Soundcloud, una piattaforma pensata ad hoc per gli emergenti in ambito musicale.
Marketing su Facebook
In questa premessa è opportuno tenere presente come la propria esistenza si afferma sui Social Network, sintetizzando all'iperbole il concetto che: se non sei su Facebook - per citarne uno - non esisti.
L'utente dei Social Network li utilizza per ampliare i propri contatti, per sponsorizzare le proprie passioni, per pubblicizzare la propria attività, per farsi conoscere, in generale, al di là della propria città, Regione, Paese, avendo la possibilità di interagire a livello internazionale.

Questo piccolo concetto nasconde potenzialità enormi, non soltanto per la persona in sé ma soprattutto per chi ha necessità di raggiungere il maggior numero di persone possibili ai fini della sponsorizzazione della propria attività commerciale.

Marketing per Azienda 
Un'azienda che non sfrutti queste potenzialità è parzialmente tagliata fuori dal mercato, perché non potrebbe mai reggere la competizione con altre aziende che al contrario si sono adeguate ai tempi, comprendendo che ogni informazione viaggia su binari virtuali ed il consenso ed i riscontri ottenuti ne guadagnano non solo in pubblicità ma anche in ritorno finanziario, con un notevole, innegabile ampliamento del proprio portafoglio clienti.
Stiamo parlando di Social Media Marketing e nella maggior parte dei casi è opportuno e consigliabile farsi coadiuvare da esperti in materia per evitare in incappare in errori che possono compromettere l'obiettivo.
Il negozio fisico ed il passaparola dei clienti su scala locale non è più sufficiente. La prima cosa da fare è certamente creare il sito principale della propria azienda, dove di base farsi conoscere. Il passo successivo è inserire in questo il linkaggio a tutti gli account aziendali che si creano sulle altre piattaforme Social ed il motivo è semplice: attraverso i Social si rimanderà al sito principale, che aumenterà il proprio traffico e già il primo obiettivo sarà raggiunto, poiché più il traffico aumenta, meglio viene posizionata l'attività sui motori di ricerca.

Social media
Ma non basta. I Social Media vivono con criteri ben precisi di interazione. Non basterà creare un account dove pubblicare informazioni sterili e fini a se stesse ma sarà necessario stimolare l'interesse degli utenti, coinvolgerli, utilizzando un linguaggio più informale.
Nell'ottica del Social Media Marketing si può ottenere pubblicità a costi assai più ridotti di una campagna promozionale e pubblicitaria classica.



Marketing su Youtube
Per esempio, si può  utilizzare Youtube per creare un messaggio pubblicitario, uno spot che attiri l'interesse verso la propria azienda. Ma il "Video Advertising" (esso apparirà caricato sul video di un altro utente, rischiando di essere ignorato piuttosto che stimolare altre informazioni aziendali) rende più difficile la viralità del contenuto stesso pertanto è buona cosa, oltre che utilizzare le strategie che lo facciano posizionare in alto nei motori di ricerca, rimandare al link del video inserendolo in altre piattaforme. Ancora meglio di Youtube è Facebook. Questa piattaforma permette un diverso tipo di advertising ovvero i "Video Ads" in cui la pubblicità sarà il nostro contenuto stesso senza contenerne altra. Qui il proprietario di azienda potrà targettizzare la propria utenza, geolocalizzarla, il che renderà più probabile l'interesse verso i suoi prodotti, ed utilizzare lo strumento fondamentale delle "pagine suggerite", dei consensi e dei "like" per diramare le proprie informazioni commerciali. Con una buona strategia di interazione, che prevede la propria partecipazione su pagine commerciali affini, se riuscirà a coinvolgere l'utente, aumenterà in breve tempo i "Followers" e di conseguenza la propria popolarità aumenterà, come il traffico verso il sito principale, e con essa il portafoglio clienti. Utilizzare anche piattaforme come Pinterest, Twitter, Google+, LinkedIn e via dicendo, non farà altro che convogliare utenza verso la propria attività, l'unica scontata accortezza sarà quella di utilizzare per tutti gli account un solo nome, quello del proprio marchio ad esempio.

Conclusione
Se ben dirette, queste strategie porteranno ad un sicuro successo a livello di marketing.

Affini

Come Essere in Prima Pagina di Google

Posizionamento su Google Pacchetto SEO